Salta al contenuto

La crisi di bilancio alimenta il dibattito sul reddito di cittadinanza - Bas mette in guardia dal populismo

La situazione di tensione del bilancio ha scatenato un dibattito sul livello dell'assegno di cittadinanza. Domenica, il segretario generale della FDP Bijan Djir-Sarai ha invitato il Ministero federale degli Affari sociali, guidato dal partner di coalizione SPD, a ritirare l'aumento del 12%...

Borsa lavoro dell'agenzia di collocamento.aussiedlerbote.de
Borsa lavoro dell'agenzia di collocamento.aussiedlerbote.de

La situazione di tensione del bilancio ha scatenato un dibattito sul livello dell'assegno di cittadinanza. Domenica, il segretario generale della FDP Bijan Djir-Sarai ha invitato il Ministero federale degli Affari sociali, guidato dal partner di coalizione SPD, a ritirare l'aumento del 12% previsto per la fine dell'anno. La CSU ha chiesto una revisione generale del sistema del reddito di cittadinanza. Il Presidente del Bundestag Bärbel Bas (SPD), invece, ha messo in guardia dal portare avanti il dibattito sui risparmi nel bilancio federale a spese delle persone socialmente vulnerabili. - La crisi di bilancio alimenta il dibattito sul reddito di cittadinanza - Bas mette in guardia dal populismo

In un'intervista all'agenzia di stampa AFP, Bas ha criticato le richieste di tagli al reddito di cittadinanza. Nel dibattito, il reddito di cittadinanza è "legato alla questione dell'immigrazione e all'affermazione che le persone presumibilmente non vogliono più lavorare", ha detto il Presidente del Bundestag. Tali affermazioni pongono i beneficiari sotto un falso sospetto generale: "Non sono pigri o sono venuti in Germania per ricevere prestazioni sociali".

Bas ha messo in guardia dal mettere i gruppi sociali l'uno contro l'altro nell'attuale pressione al risparmio. "Questo è un populismo che ci porta in un clima in cui si tratta solo di poveri contro ricchi, con o senza background migratorio", ha criticato il politico dell'SPD. "Noi partiti democratici non dovremmo prendere parte a tutto questo".

Il ministro presidente della Baviera Markus Söder(CSU), invece, ha chiesto una revisione radicale del reddito di cittadinanza con una riduzione delle aliquote. "Il reddito di cittadinanza non ha superato la prova pratica", ha dichiarato Söder alla rivista Stern. "Il livello complessivo è troppo alto. Chiunque lavori deve ricevere qualcosa di più rispetto a chi non lavora". Il reddito di cittadinanza è costoso e fornisce "incentivi completamente sbagliati". Ci deve essere "una maggiore motivazione ad andare a lavorare".

Söder ha annunciato un'iniziativa del Bundesrat per riorganizzare radicalmente il reddito di cittadinanza e, nel frattempo, per ottenere un immediato rinvio di un anno dell'aumento previsto. Il leader della CSU ha anche chiesto di interrompere il pagamento del reddito di cittadinanza ai rifugiati ucraini appena arrivati, che in futuro dovrebbero ricevere i sussidi più bassi previsti per i richiedenti asilo.

Il segretario generale dell'FDP Djir-Sarai ha criticato l'aumento dei tassi di indennità di cittadinanza sul quotidiano "Bild am Sonntag" definendolo "non più appropriato". Il ministro federale degli Affari sociali Hubertus Heil (SPD) deve ritirarli. Lo Stato sociale è troppo costoso. "Un euro su tre speso dal governo federale è destinato alla spesa sociale", ha detto Djir-Sarai. "Non è più possibile". È inaccettabile che il governo aumenti l'indennità di cittadinanza del dodici per cento in tempi di bilanci ridotti e inflazione in calo".

Il ministro federale delle Finanze Christian Lindner (FDP) ha annunciato una revisione degli aumenti previsti: Il tasso d'inflazione si sta attualmente sviluppando molto meglio di quanto previsto quando è stato fissato il tasso standard per il 2024, ha dichiarato Lindner ai giornali Funke. "Nella prossima revisione del divario tra salari e prestazioni sociali, dovremo quindi esaminare la procedura di adeguamento. Perché deve sempre fare una differenza evidente se qualcuno lavora o meno".

Il Ministro delle Finanze ha chiesto risparmi per colmare le lacune del bilancio per il 2024 - e nell'intervista ha nominato "tre grandi blocchi di costi": oltre alla spesa sociale, potrebbero esserci tagli anche ai finanziamenti internazionali per il clima e ai sussidi statali.

Il segretario generale della CDU, Carsten Linnemann, ha chiesto sanzioni più severe per i giovani beneficiari di sussidi pubblici. Chiunque sia in grado di lavorare "in giovane età" ma non lo fa "dovrebbe fare i conti con un taglio del 50% o più invece che del 30%", ha dichiarato Linnemann al quotidiano Tagesspiegel lunedì.

Tuttavia, anche dalla CDU/CSU sono giunte voci di allarme sui tagli sociali. Il ministro degli Affari sociali della Renania Settentrionale-Vestfalia, Karl-Josef Laumann (CDU), ha difeso l'imminente aumento delle prestazioni sociali dei cittadini come "urgentemente necessario". In un'intervista a Redaktionsnetzwerk Deutschland, ha definito sbagliato criticare solo le prestazioni sociali nell'attuale crisi di bilancio: "Nessuno deve pensare che la CDU non sia dalla parte dei piccoli".

Il reddito di cittadinanza aumenterà del dodici per cento il 1° gennaio. Per gli adulti single si tratta di 61 euro in più. L'obiettivo è quello di compensare l'aumento generale dei prezzi.

Leggi anche:

Fonte: www.stern.de

Commenti

Più recente

In Germania sarà caldo al fine settimana (archivio)

Un fine settimana caldo approda

I pannelli da nuotare possono essere imballati: in molte aree le temperature superano i 30 gradi, rimane caldo tropicale in quelle notte. Tuttavia, può anche piovere in alcune regione.

Iscritti Pubblico